fbpx

A Carnevale ogni scherzo vale

18 Febbraio 2016by Move Fitness0
carnevale-1.jpg

A Carnevale ogni scherzo vale,
sarà per questo che quel burlone dell’istruttore ha deciso di stravolgere la mia scheda di allenamento raddoppiando le serie di Crunch? Va bene che devo essere pronta per la prova costume ma l’estate è ancora lontana e l’unico costume che ho indossato ultimamente è quello rosso a pois bianchi di Minnie, completo di orecchie pelose. Una meraviglia per gli occhi! L’euforia del Carnevale ha colpito ancora ed “ubriaca” di entusiasmo ho cercato di convincere il mio fidanzato – con scarsi risultati – a vestirsi da Topolino! Come si fa a non farsi investire dall’atmosfera inebriante della festa più pazza dell’anno?

Non so cosa ne pensiate voi, se siete o siete stati almeno da bambini amanti del Carnevale oppure se non ve ne frega nulla (in questo caso non potrete capire!), perché è qualcosa che parte da dentro e con il tempo diventa una droga senza la quale non si riesce più a stare. Ti travolge come un’onda con i suoi colori, profumi e con i sorrisi della gente. A Carnevale si è tutti felici. Merito della sangria? Oppure i responsabili sono gli zuccherini alcolici? Fedeli alleati contro la tristezza ed il freddo!!! Le migliori ciucche? Quelle a Carnevale!! Facciano finta di niente i più bacchettoni! Tra un ballo in maschera in cui puntualmente parte il momento ignoranza con Pe-pe-pe-pe-pe-pe in sottofondo e una sfilata di carri, anno dopo anno si susseguono le tradizioni coinvolgendo sempre nuove persone. L’usanza vuole che il lunedì la piazza del mercato accolga centinaia di persone tra i paioli di rame che borbottano colmi di fagioli e salami. Io stessa, buttata giù dal letto alle 7:00 del mattino dopo una seratona al Pala Carvè, imbacuccata come se dovessi affrontare la Tundra Siberiana, mi sono unita all’esodo.

Siamo Italiani e ciò inevitabilmente comporta avere sempre la tavola imbandita di prelibatezze per ogni festa ed il Carnevale crea la giusta ghiotta occasione per i buongustai! Dai fagioli alle immancabili Bugie da gustare con una spolverata di zucchero a velo oppure ripiene di crema o marmellata, ovviamente fritte! E siamo dunque punto a capo, a neanche due mesi di distanza da Natale rimettiamo su la pancetta. Se lo chiamano Martedì Grasso un motivo ci sarà, è già preventivato un aumento di peso, un invito bello e buono a sgarrare. Forse forse, l’istruttore ci aveva visto lungo o mi conosce ormai fin troppo bene! Tutto si colora, tutto si anima tra gli schiamazzi dei veri protagonisti del Carnevale, maschere e sfilanti che aspettano impazienti che dal balcone si affacci un membro della giuria ad annunciare a gran voce “1° premio e gagliardetto” tra le urla e gli applausi degli spettatori. E con il giorno della premiazione, termina anche questo Carnevale. Rimangono le fotografie super coloratissime, i grandi sorrisi, i nasi rossi per il freddo e quell’espressione di assoluta felicità sui volti dei bimbi nel lanciare il loro primo pugnetto di coriandoli mentre le note di pifferi e tamburi riecheggiano tra le vie della città. Possiamo dunque tirare tutti un sospiro di sollievo, con la Quaresima ritorneremo al nostro peso forma, addio maniglie dell’amore e ciccette sballonzolanti! A proposito di ciò, ho appena preso una decisione importante, una scelta che potrebbe cambiarmi la vita: salutare il mio caro amico cioccolato, saranno 40 giorni di pura agonia…

Prossima uscita lunedì 19 Marzo, sempre se non entrerò in crisi d’astinenza. Save the date!


Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *